IWS Spedizioni

Lo scambio colombiano

Lo scambio colombiano

Per scambio colombiano si intende l’interazione fra persone, animali, piante e volendo anche cultura che ha avuto luogo tra Americhe ed Europa iniziato in seguito alle spedizioni di Cristoforo Colombo. Le conseguenze dello scambio sono state enormi in ogni ambito, sia in senso positivo sia in senso negativo.

Tra gli aspetti più interessanti si rilevano senz’altro gli scambi di animali e coltivazioni. 

 

Dall’America abbiamo importato fra gli altri il tacchino e la cavia, mentre nella direzione opposta i colonizzatori europei hanno portato con sé ad esempio l’asino, il gatto, il pollo, gli ovini, il maiale.


 

 

 

 

In ambito agricolo l’America ci ha fatto conoscere i fagioli, il peperone, il cacao, il cotone, il mais, la patata, la zucca, la fragola, il tabacco; mentre gli europei hanno portato la mela, l’albicocca, il carciofo, la carota, il caffè, gli agrumi, l’aglio, il riso, il grano, il cocomero e tanti altri vegetali.

 

 

 

 

Ma come dicevamo ci sono stati anche degli aspetti negativi legati innanzitutto alla diffusione in America di malattie alle quali nel frattempo gli europei erano immunizzati ma che invece nel Nuovo Mondo hanno causato il crollo demografico del 16esimo secolo.

 

Nella direzione opposta invece il mondo del vino sa bene che dall’America l’Europa ha importato la fillossera, il noto insetto che uccide la vite e che nella seconda metà dell’Ottocento sterminò le produzioni europee. Come noto la soluzione al problema fu l’innesto della vite europea sul “piede” americano permettendo poi nel corso del 900 la nascita e lo sviluppo della grande industria enologica.